Benevento-Napoli il derby del cuore. Dai fratelli Insigne agli amici Pippo e Rino

Per Napoli e Benevento oggi è il giorno del derby. Per le due squadre è anche un match tra fratelli, ex e amici campioni.

Nelle streghe militano Christian Maggio e Roberto Insigne. Il terzino ha trascorso dieci anni con la maglia azzurra facendo le fortune del Napoli di Mazzarri, mentre il fantasista di Frattamaggiore è il fratello di Lorenzo.

“Per me sarà una grande emozione, una partita diversa dalle altre – l’emozione di Maggio – io a Napoli sono stato benissimo per dieci anni, ringrazio sempre i napoletani per l’affetto mostrato a me e alla mia famiglia”

“Roberto è molto scherzoso, è da stamattina che manda foto e video, il più serioso è Lorenzo – racconta Antonio Insigne, il fratello maggiore – lui non è mai stato un bambino sopra le righe, che preferiva uscire con gli amici, voleva diventare solo un calciatore e ci è riuscito perfettamente”

In questo clima di ricordi e di affetti entra di diritto l’amicizia tra i due tecnici, Pippo Inzaghi e Gennaro Gattuso. Campioni nel Milan e nella Nazionale come ricorda Inzaghi: “Insieme abbiamo vinto tantissimo: è sempre stato un compagno leale, quando non giochiamo contro ci tifiamo a vicenda”

Questo derby campano arriva subito dopo l’inattesa sconfitta del Napoli in Europa League contro l’Az Alkmaar, per tanto diventa un’opportunità di pronto riscatto. Gli azzurri che scenderanno in campo dall’inizio saranno gli stessi della gara contro l’Atalanta. L’eccezione è rappresentata dal ritorno da titolare del capitano Lorenzo Insigne al posto di Politano.

I partenopei, a punteggio pieno in campionato, non vogliono più cadere nelle trappole dei match sulla carta semplici. Gattuso ha quindi deciso di mandare in campo l’undici migliore, avendo l’intera rosa a disposizione. Non saranno del match Elmas e Zielinski, negativizzati dal Covid ma senza un allenamento con la squadra. Per loro il rientro in campo è previsto per giovedì in Spagna contro la Real Sociedad.

Attenzione quindi a non sottovalutare il Benevento, che gioca un calcio propositivo a prescindere dall’avversario.

“L’unica strada per salvare il Benevento è quella di giocare a calcio, anche perché se ti difendi e perdi poi ti imputano altro – Inzaghi non cambia il suo Benevento – abbiamo subito gol a causa delle ripartenze per la troppa voglia di fare gol alla Roma o all’Inter”

PROBABILI FORMAZIONI:

BENEVENTO (4-3-3): Montipò; Maggio, Glik, Caldirola, Letizia; Ionita, Schiattarella, Dabo; R. Insigne, Lapadula, Caprari. All. Inzaghi.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Bakayoko, Fabian Ruiz; Lozano, Mertens, Insigne; Osimhen. All. Gattuso.