Capolavoro di Lorenzo il Magnifico!! Napoli-Legia 3-0 show con Insigne ed Osimhen

Il Napoli si riprende l’Europa League dominando il Legia Varsavia per 95 minuti con ben sette cambi rispetto al match con il Torino. Le firme d’autore arrivano negli ultimi venti minuti con un capolavoro di Insigne che la sblocca e poi lancia Osimhen per il raddoppio, infine Politano cala il tris.

“Il Napoli ha vinto questa partita avendo un grandissimo atteggiamento. Non era facile, il Legia chiuso così sa creare problemi in ripartenza – Spalletti contento della prestazione – Noi abbiamo avuto pazienza nel trovare lo spazio per colpire. Chi è entrato è entrato motivatissimo, facendo quello che doveva. Diventa tutto più facile quando c’è questa disponibilità qui”

I partenopei entrano in campo con la testa giusta e finalizzata recuperare terreno nel girone, imponendo da subito ritmo e gioco. Spalletti si fida di tutta la sua rosa e lancia Mertens dal primo minuto con Insigne e Lozano.

Ciro Mertens sembra aver ritrovato lo smalto dei bei tempi e sfiora il gol due grandi conclusioni, una respinta da Miszta e l’altra fuori di un pelo. Gli azzurri continuano a creare occasioni da gol a profusione, poi Spalletti butta in campo Osimhen, Fabian, Politano e Petagna per tentare l’assalto decisivo.

È il 76° quando Lorenzo Insigne diventa il Magnifico, intercettando al volo di prima intenzione, un cross in area di Politano, inventando un gol incredibile. Il capitano azzurro si scrolla di dosso il peso del rigore sbagliato con il Torino e i rumors sul rinnovo con una corsa sotto la Curva a prendersi l’abbraccio dei tifosi.

“Il mio agente sta parlando spesso con la società, io ho chiesto solo di stare sereno e pensare alle partite, se i miei compagni vedono il capitano tranquillo loro sono sereni – Insigne felice del gran gol e sereno per il rinnovo – Da quando ho sbagliato il rigore mi sono tirato su e ho cercato di non pensarci, oggi ho fatto una gran prestazione e questa è la cosa più importante”

La svolta indubbiamente arriva dalla qualità di Fabian e dall’indomabile Osimhen che raddoppia scambiando con Insigne e volando verso la porta. Il bomber azzurro è sempre più decisivo, 9 gol in 10 gare, ed immerso completamente nel gruppo. Mertens su Osimhen: “Aveva un po’ di difficoltà sulla lingua, ha avuto un infortunio. L’ho aiutato un po’, sta facendo cose incredibili e lo sto aiutando perché è predisposto e vuole imparare”

NAPOLI (4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Manolas (27′ st Politano), Koulibaly, Juan Jesus; Anguissa (12′ st Fabian), Demme, Elmas; Lozano (12′ st Osimhen), Mertens (27′ st Petagna), Insigne (36′ st Rrahmani). All.: Spalletti.

LEGIA VARSAVIA (3-5-1-1): Miszta; Jedrzejczyk, Wieteska, Nawrocki; Johansson, Josué, André Martins (32′ st Kharatin), Luquinhas (26′ st Kastrati), Mladenovic; Rafael Lopes (14′ st Slisz); Muci (26′ st Emreli). All.: Michnjewicz.

ARBITRO: Del Cerro Grande (Spagna).

MARCATORI: 31′ st Insigne (N), 35′ st Osimhen (N), 50′ st Politano (N)

NOTE: Ammoniti: Juan Jesus, Manolas (N); Johansson (L). Recupero: 5′ st.