Diego Mertens è da 10 in pagella! Il Napoli surclassa la Lazio, 4-0 e grande festa al Maradona

La notte di Diego Armando Maradona nel suo stadio diventa la notte del Napoli e soprattutto quella di Dries Mertens. Due gol meravigliosi del folletto belga che sembra posseduto dal talento e dalla fame di vittoria del Dies argentino.

Gli azzurri travolgono la Lazio di Maurizio Sarri con un netto 4-0 aperto da Zielinski e chiuso da Fabian. Uno show di palleggio ad altissimo ritmo e tanta qualità individuale al servizio del gruppo che vale la testa solitaria della classifica.

“È la vittoria più bella, viene dopo due risultati particolari e prestazioni sotto il nostro livello. Riprendere a macinare gioco contro una grande come la Lazio ha un significato più importante – Spalletti tesse le lodi dei suoi calciatori – Oggi sarebbe riduttivo e sbagliato esaltare soltanto Mertens, la prestazione della squadra è stata indelebile. Lobotka come Mario Rui hanno fatto una grande partita, Zielinski ha ritrovato la sua qualità dentro la sua corsa”

Spalletti ha stravinto il duello con il rivale Sarri sotto tutti i punti di vista, nonostante le pesanti assenze di Osimhen, Anguissa, Politano ed Ounas. La manovra dei partenopei trova sempre uno sbocco con Lobotka e Fabian dominanti e le spizzate di Mertens a liberare Zielinski, che spettacolo!

“Il Napoli è la squadra più forte e l’impressione che mi hanno fatto dal campo è superiore alle altre – Sarri commenta la sua sfida del cuore – Ho cercato di rimanere più sereno possibile, io ho questa città nel cuore”

Una risposta perentoria è arrivata dopo le due sconfitte consecutive contro Inter e Spartak, quando tutti davano i partenopei per spacciati. Impossibile non pensare che la serata dedicata a Diego, con il giro della statua in suo onore, i giochi di luci, i ricordi degli ex compagni, non abbia caricato la squadra.

Spalletti sull’atmosfera da brividi del Maradona: “Stasera per la prima volta ci è sembrato di giocare in casa, abbiamo ritrovato il pubblico, la città e la squadra. Questo può essere un fardello di forza importante”

Il Maradona finalmente al completo con entrambe le curve presenti e che si sono fatte sentire per tutto la gara. Mercoledì si vola a Reggio Emilia contro il Sassuolo per poi tornare a Napoli sabato contro l’Atalanta, due match fondamentali.

“Adesso è importante giocare sempre così le partite, abbiamo fatto una gara perfetta è importante farsi trovare sempre pronti – Mertens si gode la serata magica – L’esultanza? Io l’ho sempre detto che voglio restare qui”

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Mario Rui (42′ st Ghoulam); Lobotka, Fabian Ruiz (42′ st Malcuit); Lozano (19′ st Elmas), Zielinski (28′ st Demme), Insigne; Mertens (19′ st Petagna). Allenatore: Spalletti

LAZIO (4-3-3): Reina; Patric (1′ st Lazzari), Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic (16′ st Basic), Cataldi (30′ st Leiva), Luis Alberto; Felipe Anderson (11′ st Zaccagni), Immobile, Pedro (30′ st Moro). Allenatore: Sarri

ARBITRO: Orsato di Schio

MARCATORI: 7′ pt Zielinski (N), 10′ pt Mertens (N), 29′ pt Mertens (N), 40′ st Fabian Ruiz (N).

NOTE: Ammoniti: Di Lorenzo, Demme (N); Luiz Felipe, Patric, Zaccagni (L). Recupero: 1′ pt, 0′ st.