È un Napoli Osimheniano! Victor stende il Torino e fa volare gli azzurri, per Spalletti sono 8 su 8

Napoli-Tornio finisce 1-0 con la capocciata decisiva di Osimhen che regala a Spalletti l’ottava vittoria consecutiva in campionato. Il bomber nigeriano è un’ira di Dio e l’insaziabile voglia di essere decisivo lo fa volare in cielo al 80° per il gol partita. Otto gol in nove partite stagionali e cinque consecutivi in Serie A, è il bottino da record di Victor, sempre più decisivo.

“È un giocatore fortissimo che sta attraversando un buon periodo di forma Spalletti esalta Osimhen – Ma ciò che diventa fondamentale è vedere che va ad acchiappare ancora più cose dove prima non dava importanza. Sta diventando più completo, è un calciatore fortissimo”

I partenopei arrivano alla vittoria dopo un match che sembrava stregato, ironico il fatto che accade nel giorno della nuova maglia in stile Halloween. Prima il rigore sbagliato da Insigne (3 su 5 in questa stagione), poi il gol annullato a Di Lorenzo per fuorigioco e il palo di Lozano.

Ma il Napoli resta tranquillo e prova a fare il suo gioco trascinato dalle grandi prestazioni individuali di Osimhen, Koulibaly, Anguissa ed Ospina. Proprio il portierone colombiano risulta decisivo su Brekalo in due occasioni evitando la beffa.  

“Ho visto una squadra cresciuta dal punto di vista di mentalità, di compattezza. Vedere Politano e Insigne ripiegare è una cosa che compatta, dà forza, crea spirito di squadra – l’evoluzione del Napoli secondo Spalletti – Abbiamo una squadra di amici. Vogliamo anche proporre un buon calcio e stasera siamo stati a un buonissimo livello”

Da un calcio di ottimo livello arriva l’azione del vantaggio con Koulibaly alto che sradica il pallone ad un avversario e innesca il tiki taka azzurro. Mertens duetta con Osimhen e poi con lo stesso Koulibaly bucando la difesa granata. Poi arriva un rimpallo fortunoso e il volo furioso di Victor che fa impazzire il Maradona.

Quindi il Napoli torna al comando e rimette il Milano a meno due, allungando invece su Inter e Roma. Infine, Spalletti spegne sul nascere le polemiche sul problema dei troppi calci di rigore falliti da Insigne: “Il prossimo rigore per me lo batte Insigne, quello dopo Lorenzo e quello dopo ancora il capitano”.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Politano (14′ st Lozano) (45′ st Jesus), Zielinski (26′ st Mertens), Osimhen, Insigne (26′ st Elmas). Allenatore: Spalletti.

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Bremer, Rodriguez (21′ st Buongiorno); Singo, Lukic, Mandragora (8′ pt Kone) (45′ st Warming), Aina; Linetty (22′ st Pobega), Brekalo; Sanabria (22′ st Belotti). Allenatore: Juric.

ARBITRO: Sacchi di Macerata

MARCATORI: 35′ st Osimhen.

NOTE: Al 27′ Milinkovic-Savic (T) para un rigore ad Insigne (N). Ammoniti: Koulibaly, Anguissa (N); Rodriguez, Linetty, Pobega (T). Recupero 2′ pt e 6′ st