Europa League, Rijeka-Napoli torna Insigne. Gattuso tira dritto

Gli azzurri volano a Fiume, in Croazia per la terza sfida di Europa League contro il Rijeka. Gattuso ritrova Insigne che viene convocato dopo aver saltato la partita contro il Sassuolo.

“Non sarà una passeggiata, loro lasciano pochissimi spazi e giocano con un 5-3-2 molto chiuso, la Real Sociedad gli ha fatto gol solo nel finale – Gattuso presenta il match – Insigne? Domani vediamo, valuteremo se giocherà dal primo minuto o uno spezzone di partita”

Il capitano probabilmente entrerà nella ripresa per mettere minuti nelle gambe, senza rischiare e laddove ce ne fosse la necessità. Zielinski ed Elmas hanno giocato una manciata di minuti in campionato e si candidano entrambi a partire dal primo minuto. La posizione del macedone dipenderà dall’impiego o meno di Mertens.

Dries è alla ricerca del riscatto dopo tre-quattro partite sottotono che hanno creato dubbi sulla sua posizione da trequartista. In effetti il belga è mancato nella fase di collante tra centrocampo e attacco, risultando statico e avulso dalla manovra.

Tutti aspetti, compresa l’imprecisione sotto porta, che denotano un calo di condizione fisica piuttosto che un problema tattico. Gattuso ha quindi deciso di cambiare 5-6 elementi per non presentare un Napoli stanco contro i croati.

“Noi dovremo giocare il nostro calcio, con qualche soluzione diversa, mettere i giocatori nelle condizioni giuste, ma la strada è corretta! – Gattuso rivendica la prestazione contro la squadra di De Zerbi – Con il Sassuolo non so che partita l’Italia abbia visto, abbiamo avuto 7 palle gol, li abbiamo fatti abbassare sui 33 metri, di solito giocano sui 60 metri”

Tra le file dei partenopei non ha ancora fatto il suo esordio Rrahmani, e la sfida contro il Rijeka può essere il momento giusto per il difensore kosovaro. Nel Verona ha ricoperto il ruolo di centrale destro nella difesa a tre, e in Nazionale ha giocato nella difesa a quattro anche come terzino.

Gattuso suona la carica: “Non abbiamo bisogno di questa partita per capire chi siamo, perché lo sappiamo già”

Probabili formazioni:

RIJEKA (5-4-1): Nevistic; Tomecak, Galovic, Velkovski, Escoval, Stefulj; Menalo, Pavicic, Andrijasevic, Loncar; Kulenovic

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Demme, Zieliński; Elmas, Mertens, Lozano; Petagna