Gattuso-Ibra, nemici mai. Napoli tornano Demme e Koulibaly, nel Milan Calhanoglu dall’inizio

Gattuso e Ibrahimovic hanno vinto uno scudetto da compagni di squadra nel Milan di Allegri tra il 2010 e il 2012. Oggi si affrontano da avversari ma potevano giocare questo match a maglie invertite.

Il campione svedese è stato ad un passo dal trasferirsi all’ombra del Vesuvio ai primi di gennaio con Ancelotti. Poi l’esonero di Carletto ha cambiato tutto e Zlatan ha sposato il progetto Milan. I rossoneri avevano pensato al ritorno di Rino dopo l’esonero di Giampaolo, prima di optare per Stefano Pioli.

Napoli-Milan è sfida per il 5° posto attualmente occupato dalla Roma, con 3 punti di vantaggio sui partenopei e 5 sui lombardi. Le due squadre arrivano a questo incontro forti di un cammino quasi perfetto nel post-lockdown: 12 punti su 15 per il Napoli, 13 per il Milan.

“Il Napoli è una grande squadra con un grande allenatore che ha vinto la Coppa Italia – afferma Pioli, conscio del buon momento del suo Milan – dobbiamo fare una grande prestazione, ne abbiamo le qualità”

Il Milan si affiderà al catalizzatore Ibra e alla ritrovata verve di Rebic e Calhanoglu, con il turco che partirà da titolare. Per il Napoli rientrano dalla squalifica di Demme e Koulibaly, mentre Lozano sarà l’arma di Gattuso da sfruttare a partita in corso.

Koulibaly dovrebbe far coppia con Maksimovic al centro della difesa, una coppia che in questo momento da più garanzie rispetto a quella con Manolas. Il centrale senegalese ha parlato del suo futuro: “Vedremo cosa deciderà il presidente, se mi proporrà il prolungamento del contratto, cosa che, dunque, mi permetterebbe di concludere qui la carriera”

De Laurentiis è sempre stato chiaro sull’argomento, la sua richiesta per cedere Koulibaly è sempre dai 100 milioni in su. Offerte a tre cifre erano arrivate al patron due anni fa quando Kalidou era al top delle sue prestazioni. Oggi la sua valutazione è calata, un po’ per la situazione economica generale, un po’ per una stagione con più bassi che alti.

Sul fronte acquisti, tiene sempre banco la trattiva per Victor Osimhen, consigliato dallo stesso Koulibaly: “È vero che mi ha chiamato. Abbiamo parlato del razzismo, gli ho detto che venendo a Napoli non avrà di questi problemi, sceglierà la città giusta”.

Le probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Gattuso.

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. Allenatore: Pioli.