Insigne cambia la storia, questa volta la Fiorentina non è indigesta. Il Napoli di Gattuso è ad un passo dalla Champions

Il Napoli batte la Fiorentina 2 a 0 e si riporta al quarto posto ad una giornata dal termine. Insigne segna e allontana i fantasmi di tre anni fa, rispondendo alla vittoria della Juventus sull’Inter.

I supporters azzurri erano molto preoccupati per l’esito del match al Franchi proprio in virtù di quanto accaduto nel derby d’Italia. Un deprecabile déjà-vu che non si ripete grazie ad un atteggiamento maturo e da grande squadra del Napoli.

Gattuso pungola i suoi e li tiene sul pezzo dal primo all’ultimo minuto ricordando loro che il destino è tutto nelle mani, anzi nei piedi dei suoi ragazzi. Così contro una Fiorentina, che picchia duro e gioca alla morte, i partenopei lottano e non si perdono d’animo.

Il vantaggio arriva con il capitano che ribadisce in rete dopo aver sbagliato il calcio di rigore concesso dal Var. L’arbitro Abisso non si avvede in diretta dell’evidente strattonata di Milenkovic su Rrahmani, ma viene richiamato al monitor e concede il penalty.

Insigne, che aveva preso una traversa su punizione nel primo tempo e un palo dopo il gol, ha visto scorrere in un secondo l’incubo del rigore sbagliato in Supercoppa. Lorenzo il Magnifico non si è perso d’animo e si è gettato sul pallone con tutta la voglia di conquistare questa benedetta qualificazione in Champions.

Il raddoppio ha la firma di Osimhen che fa un’apertura da numero dieci per Insigne che appoggia a Zielinski che spara verso la porta trovando la deviazione vincente di Venuti. Victor lotta, corre, dribbla e tiene in ansia l’intera difesa viola.

Il Napoli di Gattuso merita ampiamente un traguardo che sembra ormai ad un passo e che lo vedrà impegnato nell’ultimo step al Maradona contro il Verona. I partenopei come contro la Fiorentina non dovranno né fare calcoli né pensare alle altre ma solo a vincere e la Champions sarà realtà.

FIORENTINA (3-5-1-1): Terracciano; Milenkovic, Ger. Pezzella, Caceres (21′ st Igor); Venuti, Castrovilli (21′ st Eysseric), Pulgar, Bonaventura (32′ st Callejon), Biraghi; Ribery (38′ st Kouamè); Vlahovic. Allenatore: Iachini.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj; Fabian Ruiz, Bakayoko; Politano (32′ st Lozano), Zielinski (32′ st Mertens), L. Insigne; Osimhen (39′ st Petagna). Allenatore: Gattuso.

ARBITRO: Abisso

MARCATORI: 11′ st Insigne (N), 22′ st aut. Venuti (N).

NOTE: Espulsi: all’11’ st Dragowski (F), per proteste dalla panchina. Ammoniti: Milenkovic, Ribery, Caceres, Castrovilli, Pezzella (F); Rrahmani, Contini (N). Recupero: 1′ pt, 4′ st.