La Lazio stende un Napoli brutto e molle. Pagate le assenze di Mertens, Insigne e Osimhen. Da oggi tutti in ritiro

Seconda sconfitta consecutiva per il Napoli che, dopo aver perso immeritatamente contro l’Inter, cade a Roma contro la Lazio. I partenopei sono irriconoscibili e giocano la peggiore gara di questa stagione sbagliando praticamente tutto.

“E’ un passo indietro, non siamo stati noi, siamo stati poco brillanti, molto prevedibili – Riccio, il vice di Gattuso, analizza la prestazione – Abbiamo perso tanti palloni e la Lazio sfruttava le transizioni con la sua qualità”

Gli uomini di Gattuso in soli tre giorni subiscono un’involuzione preoccupante, passando da un match attento e di qualità ad una gara zeppa di errori e senza voglia. Il Napoli sembra infilarsi ancora una volta in quel loop di discontinuità cronica dai tratti incomprensibile.

In una settimana si è passati dall’esaltare la profondità e la qualità della rosa, che ne fortificava la posizione di pretendente allo Scudetto, alla debacle contro la Lazio. Sicuramente sono pesate le indisponibilità di Insigne, Mertens e Osimhen, ma un atteggiamento rinunciatario è da condannare a prescindere.

“Le assenze? “Sarebbe troppo facile cercare alibi in questo momento – Riccio non cerca alibi – Ci aspettiamo di più. La nostra è una squadra seria, con tanta abnegazione. Ma vogliamo di più, il mister pretende di più”

Gli azzurri sui social palesano la voglia di riscatto e non vedono l’ora di giocare mercoledì contro il Torino. Un segnale di consapevolezza per l’indecorosa prestazione, che vale la decisone del club di mandare la squadra in ritiro.

L’unico a salvarsi ieri sera è stato Lozano che è ha spinto e fatto ammonire i suoi avversari prima di essere costretto al cambio per una forte botta alla coscia. Chucky se recupera per il Torino è destinato ad essere il padrone incontrastato della fascia destra dove si esprime al meglio.

LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe (40′ st Patric), Hoedt, Radu; Lazzari, Milinkovic (40′ st Akpa Akpro), Escalante (35′ st Cataldi), Luis Alberto, Marusic; Caicedo (22′ st Muriqi), Immobile (35′ st Pereira). All.: Simone Inzaghi.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly (10′ st Manolas), Maksimovic, Mario Rui (19′ st Ghoulam); Fabian Ruiz, Bakayoko (19′ Lobotka), Zielinski; Politano (10′ st Elmas), Petagna, Lozano (29′ st Malcuit). All.: Gennaro Gattuso.

ARBITRO: Orsato di Schio

MARCATORI: 9′ pt Immobile (L), 11′ st Luis Alberto (L)

NOTE: Ammoniti: Hoedt, Escalante, Immobile, Lazzari (L); Lozano, Koulibaly, Lobotka (N). Recupero: 1′ pt, 4′ st.