Mamma che Osimhen! Un ottimo Napoli rimonta il Leicester, è 2-2!

Il miglior Napoli della stagione rimonta il Leicester da 2-0 a 2-2 con un imprendibile Osimhen autore di una doppietta. I partenopei impongono il proprio gioco dall’inizio del match, subendo gli avversari solo in contropiede e su qualche errore individuale in impostazione.

“Abbiamo iniziato nel modo giusto e poi perso qualche palla che ci è costata cara – l’analisi di Spalletti – Poi abbiamo sempre cercato di fare sempre il nostro disegno, giocando per tutta la partita. Non siamo andati in difficoltà come morale, anzi, riuscendo a riprendere una gara meritata”

Gli azzurri creano tante occasioni potenzialmente pericolose ma peccano in precisione e cattiveria sotto porta nel primo tempo. Nella ripresa il copione non cambia ma aumenta l’intensità e la pressione del Napoli che nel momento migliore subisce il 2-0 in contropiede.

Spalletti corre ai ripari e gli ingressi di Politano ed Elmas portano subito i frutti sperati. Il Napoli accorcia le distanze dopo una combinazione stretta ed il pallonetto di Osimhen. Il bomber azzurro si inventa letteralmente il gol mostrando tutto il suo strapotere fisico.

Victor durante tutto il match scatta in profondità e mette in apprensione la difesa avversaria. Poi arriva il momento di Adam Ounas che, come contro la Juventus, entra e spacca la partita lasciando per il campo difensori disorientati e ammoniti.

“Va detto grazie a chi è entrato, loro hanno fatto le cose giuste – Spalletti sulla forza della panchina – Abbiamo un carattere forte che era il punto debole: abbiamo avuto una grande reazione. E poi qui non si gioca per giocare al posto del compagno ma per giocarci al fianco”

L’assedio partenopeo culmina con il pareggio di Osimhen che vola in cielo e batte di testa l’insuperabile Schmeichel. Eccolo il numero 9 segnare ed essere decisivo che corre verso i supporters azzurri con tutta la gioia che ha in corpo.

“Ottimo inizio di Europa League, sono contento per me, per la squadra e soprattutto per come abbiamo reagito dopo essere stati sotto di due gol – Osimhen risoluto guarda al concreto – Non voglio pormi limiti o obiettivi, so che il club ha sempre creduto in me e cominciare con due gol in Europa è importante.”

Tante note positive per mister Spalletti che può contare su una panchina reattiva e su un gruppo che sa reagire e ha la consapevolezza della propria forza. Da correggere alcuni errori dietro e in questo Malcuit ha fatto male a destra.

Osimhen fa impazzire i tifosi e Spalletti che lo esalta ma sa che può migliorare ancora tanto: “Deve conoscere delle cose poi diventerà extra bomber, superbomber. Di paragoni ne puoi fare tanti ma coi più forti del mondo. Ora deve trovare precisione nelle scelte e nei movimenti che fa, a volte butta via corse inutili. E tecnicamente ci si può mettere qualcosa nel modo di calciare in porta”

LEICESTER (4-3-3): Schmeichel; Castagne, Evans (1′ st Soyuncu), Vestergaard, Bertrand; Perez (1′ st Tielemans), Ndidi, Soumare (33′ st Maddison); Daka (26′ st Lookman), Iheanacho (43′ st Vardy), Barnes. Allenatore: Rogers.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Malcuit (39′ st Juan Jesus), Rrahmani, Koulibaly, Di Lorenzo; Anguissa (39′ st Petagna), Fabian Ruiz, Zielinski (19′ st Elmas); Lozano (19′ st Politano), Osimhen, Insigne (29′ st Ounas). Allenatore: Spalletti.

ARBITRO: Martins (Por)

MARCATORI: 9′ pt Perez (L), 19′ st Barnes (L), 24′ st e 43′ st Osimhen (N)

NOTE: Espulsi: Al 48′ st Ndidi (L) per doppia ammonizione. Ammoniti: Ndidi, Soumare, Vestegaard, Soyuncu (L); Di Lorenzo, Rrahmani (N). Recupero: 2′ pt, 5′ st.