Napoli, sabato il via agli allenamenti. Ecco il programma

Due allenamenti al giorno con dodici calciatori per ogni sessione, quattro per campo più Gattuso e due membri dello staff. Questo è il programma del Napoli per la ripresa degli allenamenti nel centro sportivo di Castel Volturno. Si inizia sabato mattina alle ore 10:30.

Il primo gruppo sarà quello dei portieri guidato da Alessandro Nista, poi alle 11:00 arriverà il secondo composto da dodici calciatori. Questa prima sessione terminerà alle 12:00 e giocatori torneranno a casa, dove dovranno lavare i tre kit di cambi messi a disposizione dalla società.

Alle 14:00 arriveranno al centro sportivo altri dodici giocatori per svolgere lo stesso tipo di lavoro, anche loro suddivisi nei tre campi di Castel Volturno. Oltre al mister Gattuso vigilerà il dottor Canonico per l’assistenza medica. Saranno meno di quaranta persone, tra calciatori e staff, nelle due sessioni di allenamento. Nessuno dirigente, uffici e palestra resteranno chiusi, tutto il lavoro sarà svolto all’aperto.

Il Napoli entra nel pieno della fase due dopo aver eseguito, nei giorni scorsi, i tamponi a domicilio per i calciatori, tutti risultati negativi. De Laurentis e gli altri presidenti delle Serie A attendono novità ufficiali da parte del Governo sul protocollo sicurezza. “Ho parlato con il Comitato tecnico scientifico, andiamo verso una soluzione – dichiara Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute – il via libera ancora non c’è, ma la direzione è quella giusta”.

L’aspetto più spinoso resta quello dei contagi dopo la ripresa del campionato, come gestirli e chi mettere in quarantena. Fermare solo il singolo calciatore o tutta la squadra? Renzo Ulivieri, presidente dell’AssoAllenatori (Aiac) non ha dubbi: “Se con un caso di positività si ferma tutto, diventa un problema”. L’Aiac sarà in riunione oggi alle ore 16:00 con Figc, Aic e le varie leghe, dopo aver concordato in mattinata una linea comune con i rappresentanti dei calciatori delle squadre di Serie A.

Sono molto più avanti in Germania, dove il 16 maggio si tornerà ufficialmente a giocare la Bundesliga. Sarà il primo campionato a sperimentare le cinque sostituzioni, un cambiamento momentaneo della regola deciso dall’Ifab.