Partite in chiaro in Germania, e in Italia?

Quanto vorremmo sederci sul divano la domenica pomeriggio, dopo pranzo, e goderci una bella partita della nostra squadra del cuore? Ma non tutti hanno l’abbonamento, il coronavirus è un flagello sanitario ed economico, come si fa? Semplice, partite in chiaro per tutti, in Germania dal 16 maggio sarà così.

La Bundesliga verrà trasmessa gratuitamente in chiaro da Sky, nello specifico il 26° e il 27° turno, compresa la seconda divisione. Le gare saranno in onda su Sky Sport News HD e in streaming, scoraggiando ipotetici assembramenti di tifosi all’esterno degli stadi.

“Credo che Sky stia facendo un passo molto, molto importante – afferma compiaciuto Christian Seifert, Vicepresidente della Federcalcio tedesca – tenendo conto di queste condizioni speciali”. Lo stesso Amministratore delegato delle Deutsche Fußball Liga (Dfl) ha spento sul nascere le paure e le polemiche sul caso Dinamo Dresda. Il piccolo club tedesco di seconda divisione ha riscontrato casi di positività quando era già in ritiro, pertanto le autorità sanitaria cittadine e la Dfl hanno deciso di mettere in quarantena l’intera squadra. “Non c’è motivo di mettere in dubbio la ripresa della stagione – minimizza Seifert – dobbiamo adeguarci, vedremo come agire”

In Inghilterra si stanno organizzando per ripartire al più presto con la Premier League, come in Germania anche gli inglesi potrebbero apprezzare le giocate dei propri beniamini dalla Tv in chiaro. Esiste un progetto che prevede la trasmissione di alcune partite gratuitamente su YouTube. Sky Sport e BT Sport manterrebbero la maggior parte delle partite, Amazon acquisterebbe un’altra parte e le restanti andrebbero in onda su YouTube.

E l’Italia? Come sempre ci troviamo a rincorrere gli altri, impelagandoci nelle maglie della burocrazia. L’idea delle partite in chiaro, in verità, fu proposta dal ministro Spadafora poco prima dello stop definitivo dei campionati. Sky e Dazn la rispedirono al mittente, ma adesso lo scenario è differente e grazie alla Germania esiste un precedente illustre. “Sarei per la trasmissione delle partite in chiaro. Va creato un accesso popolare al calcio – apre all’idea Luigi De Magistris, sindaco di Napoli – ricordiamoci che sarebbe un torneo ai tempi della pandemia a porte chiuse”.